Loading
a

Wednesday, 8 April 2009

Il terremoto in Abruzzo

Una terribile tragedia ha colpito la popolazione abruzzese. Questo è il link di Google sul terremoto in Abruzzo.

Se intendete inviare un contributo per sostenere i nostri concittadini così duramente colpiti dal terremoto accertatevi dell'attendibilità dell'organizzazione che raccoglie i fondi.
Come scrive MaestroAlberto nel suo blog:
"La solidarietà si manifesta con la testa oltre che con il cuore. Evitate dunque azioni impulsive e scegliete di donare a chi ha le caratteristiche adeguate per offrire garanzie."

Un' associazione che molti reputano sicura alla quale si possono inviare donazioni è l'ANA: Associazione Nazionale Alpini.
Leggete anche quanto scritto nel sito del nostro comune.

Un altro modo è mandare un sms al 48580 da Tim, Vodafone, Wind, 3Italia e Fastweb.
Le compagnie telefoniche d'intesa con il Dipartimento della Protezione Civile hanno attivato la numerazione 48580 per raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate. Il valore dell'sms è di 1 euro, mentre da domani sarà possibile effettuare una donazione di 2 euro digitando lo stesso numero dal telefono fisso. Per i clienti Fastweb la chiamata è già attiva dalla telefonia fissa e si possono già donare 2 euro. Purtroppo il piano di numerazione nazionale permette di usare numeri molto simili sia per meritevoli operazioni benefiche, sia per attivare servizi ludici molto meno nobili e spesso erogati dagli operatori con modalita' truffaldine. Occorre quindi fare attenzione nella digitazione del numero.

L'aiuto di Poste Italiane: tutti i clienti PosteMobile possono donare 1 euro inviando un sms a questo numero speciale. Poste Italiane ha attivato il conto corrente 10 40 0000 e il numero 377.2048580 di PosteMobile per la raccolta di fondi a favore delle comunità colpite dal sisma in Abruzzo. I cittadini potranno versare i loro contributi in tutti i 14 mila uffici postali con bollettino di conto corrente o direttamente online. Inviando un sms al numero 377.2048580 i clienti PosteMobile potranno donare un euro a favore dei terremotati.

Leggete anche quanto viene raccontato su questo dramma nei blog web 2.0 and something else, e soprattutto Scientificando.

Inserisco di seguito parte del contenuto del post di QUICKTIPS, un altro blog del nostro blogroll:
Sedi AVIS per donare il sangue
Centro Servizio Volontariato Abruzzo
Mediafriends, la raccolta fondi
SKY per l’Abruzzo, raccolta fondi della rete tv
Libero, la raccolta fondi del quotidiano destinata ai bambini
Facebook, Aiutiamo l’Abruzzo, con tanti altri links utili per donazioni, raccolte e solidarietà
La Repubblica, lunga pagina con links e informazioni

Scrive ancora la cara collega Anna (e io concordo in pieno): "Da segnalare anche alcune piccole ma importanti petizioni di gente indignata quanto me dall’inopportuna continuazione di programmi televisivi come il Grande Fratello, che con inviti a sprecar soldi al televoto, permanenza in una casa faraonica di un gruppetto di fannulloni in cerca di notorietà e gare cretine per il budget settimanale e la lista della spesa (!), proseguono con cattivo gusto e vergognosa indifferenza verso il dramma dei terremotati che non hanno più niente, rappresentando così un insulto alle migliaia di senzatetto. Trovate tutto su Firmiamo.it."

3 comments:

Anonymous said...

ciao Nadia. Firmate in massa contro la tv spazzatura indifferente. Mi fa una rabbia, guarda...
ciao, bacioni. anna.

Prof Zara said...

Concordo cara Anna, è una tv decisamente demenziale, stracolma di vuoto, stupida, che rincitrullisce e distrae, che porta fuori strada, che punta i riflettori e porta alla ribalta la parte peggiore della società.
Non mi fanno rabbia tanto i concorrenti, bambinoni inconsapevoli e strumenti dello show business, con addosso tutti i loro bei fili da burattino. Mi fanno più rabbia le persone che stanno dietro a tutto il surreale teatrino...

Un abbraccio

Prof Zara said...

Cara Annarita, grazie della tua segnalazione relativamente alle notizie sul terremoto: ho corretto questo post e inserito il link che porta a Scientificando.
Un abbraccio