Loading
a

Sunday, 17 May 2009

The pasta vocabulary

Questo post è dedicato ad Elisabetta ed è una sorta di continuazione della conversazione che abbiamo iniziato qualche giorno fa a scuola a proposito dei vari tipi di pasta e della relativa (eventuale) traduzione in inglese. Ecco alcuni link:

long pasta types

short pasta types

La pasta fatta in casa è la "home made pasta"
La pasta fresca è, molto semplicemente, "fresh pasta" (non necessariamente fatta in casa: nei nostri supermercati si vende "pasta fresca" ma si tratta di un prodotto industriale).
Poi c'è quella "al dente", termine che non viene tradotto in inglese.
La pasta scotta è "overcooked pasta".

Una cosa interessante da ricordare è che per un inglese parole come "spaghetti" o "lasagne" sono sostantivi singolari e non plurali. Un po' come succede per il nostro "riso" (è fatto di tanti chicchi ma per noi resta pur sempre un nome singolare). Facciamo qualche esempio per capire meglio:

"What is lasagne?" (e non "what are lasagne?")
"Is lasagne fattening?" (e non "Are lasagne fattening?")
"Spaghetti is a long, thin, cylindrical pasta" (e non "Spaghetti are a long...").
"Broccoli is good in preventing cancer" (e non "broccoli are good")

A dire la verità questo errore ricompare anche con altre parole (homework, housework, hair, people, ecc.) e la ragione è la stessa: noi italiani tendiamo a ragionare utilizzando le strutture della nostra lingua e così facendo rischiamo, a volte, di prendere qualche granchio.

"Homework is so boring!" (e non "homework are so boring!").
"My hair is longer than yours." (e non "my hair are longer").
"Peole are friendly in this town" (e non "people is friendly").

Forse si può adottare un piccolo trucco per evitare di incappare in questi tranelli.
Quando pensiamo alla parola "homework", ad esempio, cerchiamo di associarla all'espressione "lavoro per casa" e non soltanto al più comune (e ovviamente più logico, più corretto) "compiti per casa".
Stessa cosa per "housework" ("lavoro domestico" invece di "lavori domestici/faccende domestiche").
"Hair" si traduce con "capelli" e su questo non ci piove. In inglese però "hair" (nel senso, appunto, di capelli) è singolare. Anche in altre lingue "i capelli" diventano un sostantivo singolare, si pensi a "el pelo" in spagnolo. Pensiamo allora anche ad altre parole da associare a "hair" come ad esempio "capigliatura" o una ancora più buffa - visto che riguarda i cavalli e non certo gli esseri umani - "criniera." Sono esempi un po' strampalati, lo so, ma se ci servono per evitare qualche errore perché non sfruttarli?
Ancora, quando incontriamo il sostantivo "people" non associamolo mentalmente solo alla parola "gente" (perché qualcuno forse potrebbe esser tentato di considerarlo un sostantivo singolare). Proviamo ad associarlo a un sinonimo come "persone".

That's all folks!

No comments: