Loading
a

Thursday, 21 October 2010

A un vicentino la più alta onoreficenza americana in ambito scientifico


Cari ragazzi/e,
pochi giorni fa un nostro connazionale è stato insignito di un'onoreficenza molto prestigiosa negli Stati Uniti. Il presidente americano Barack Obama ha infatti conferito al vicentino Federico Faggin la National Medal of Technology and Innovation (Medaglia Nazionale per la Tecnologia e l’Innovazione), il più alto riconoscimento americano in ambito scientifico.  
Federico Faggin è uno dei ricercatori che hanno lasciato un'impronta indelebile nella società ed è stato l’artefice di una delle scoperte più importanti per l’industria moderna: il microprocessore. Correva infatti il lontano 1971 quando l’allora trentenne Faggin, appena entrato in Intel, disegnò e costruì il primo microprocessore al mondo, il 4004. 

2 comments:

Anonymous said...

salve prof sono vittoria... sa che abbiamo fatto la prima verifica di inglese la settimana scorsa e oggi ce le ha consegnate: ..... 8,5!!!! sono molto contenta anche perchè è abbastanza complicata questa scuola... tuttavia oggi ho anche avuto la verifica di matematica, che purtroppo non è andata come speravo... ma diciamo che non è andata neanche malissimo... ma sono abbastanza preoccupata... vedremo...

mi dispiace disturbarla sempre è che ogni tanto mi fa piacere risentire lei e tutti gli altri professori delle medie, perchè durante questi tre anni appena trascorsi mi sono trovata benissimo e, sinceramente, mi dispiace un po' essere passata alle superiori.. si stava così bene lì alle medie... :(
scusi ancora tanti abbracci viky

Nadia Zaramella said...

Ciao carissima, che disturbo? Scherzi? Mi fa sempre molto piacere risentirti!
Otto e mezzo non è niente male, brava Viky!!!
Se ti sembra che sia difficile ingranare con i nuovi ritmi di studio e se i voti ti sembrano un po' più bassi rispetto alle valutazioni che avevi alle medie, ti rassicuro subito: è normale che il passaggio sia un po' "duro" ma sono certa che in breve tempo riuscirai a trovare le strategie giuste per "reggere" e gestire la mole di lavoro che una scuola così impegnativa richiede. Sei una ragazza molto "duttile", ami le sfide, hai grinta da vendere, ti sai adattare benissimo ai cambiamenti e sai leggere in modo critico e profondo il contesto in cui ti trovi. Abbi fiducia, vedrai che saprai trovare presto una tua strada anche al liceo.
Un abbraccio e a risentirci presto :)