Loading
a

Friday, 1 July 2011

Studiare all'estero alle superiori. Boom di richieste per Cina e India


MILANO – Hanno superato un complicato iter selettivo, perché «non tutti sono idonei per vivere un periodo di studio all'estero», dice Vincenzo Morlini, direttore esecutivo di Intercultura, una onlus gestita da migliaia di volontari e la mission già presente nel suo nome: favorire lo scambio culturale tra Paesi.
Una cinquantina di loro ha scelto la Cina, paese del presente e del futuro, con uno dei sistemi scolastici tra i migliori del mondo. Studieranno in diverse scuole secondarie di uno Stato-Continente, apprenderanno il mandarino, vivranno a stretto contatto con una famiglia dagli occhi a mandorla interiorizzando usi e costumi di un popolo così enigmatico. Altri, circa una ventina, hanno optato per l'India, la più grande democrazia del mondo e con un'istruzione scientifica all'avanguardia...
Clicca qui per leggere il resto dell'articolo 
Questi i link per Intercultura: italiano, English



No comments: